PNRR e ciclo idrico nel Nord Est

,

Il PNRR dedica specifiche risorse anche per il ciclo idrico…ma veramente scarse rispetto ad altri settori. Dei 61,4 Mld gestiti dal Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, solo 900 Mln sono dedicati alle infrastrutture idriche. Ma vediamo come sono state ripartiti questi 61,4: 25,6Mld sono già stati assegnati a Enti territoriali per interventi strategici; 10,6 sono definiti “territorializzabili” cioè a disposizione di enti pubblici e gestori; 25,6 sono riservati come “non territorializzabili” ed infine 1,55 sono a disposizione di imprese per contributi in c/capitale.

Dei 25,6 Mld territorializzati è già stato fatto il riparto per regioni che è riportato nella tabella sotto. La parte del leone la fanno le regioni del sud, a cui viene riservata comunque un 40% delle risorse anche dei prossimi bandi. Al Friuli Venezia Giulia viene dedicato quasi un 3% che corrisponde quasi a 750 Mln ed è un valore interessante rispetto alla densità abitativa. Dei 749,8 Mln, vengono destinati alla missione 2 (Rivoluzione verde e transizione ecologica) 178,9 milioni e di questi, solo 16 vengono destinati alle risorse idriche. Questi 16 Milioni sono dedicati a tre interventi, di cui 2 a Trieste e quindi gestiti da AcegasApsAmga e uno, il più consistente assegnato a LTA per “Potenziamento dell’adduttrice di collegamento tra il campo pozzi di Savorgnano e la località di Bibione (tratto Friuli Venezia Giulia)” Il dettaglio si può leggere su questo PDF friuli_venezia_giulia.

E’ andata peggio per il Veneto, dove il riparto ha assegnato un 4,69% corrispondente a 1199,7 Mln ma ha dedicato alle risorse idriche 126,1 Mln ma di questi, solo un paio di interventi sono relativi al ciclo idrico gli altri sono tutti relativi a lavori nel settore dell’irrigazione. I lavori autorizzati sono descritti in questo file PDF veneto  e nello specifico, 23,4 Mln per la “Realizzazione dell’adduttrice per l’interconnessione idrica tra Belfiore e Verona Est” e 8,20 Mln a Venezia per “Nuova centrale di sollevamento dell’acquedotto di Venezia e Chioggia sull’isola nuova del tronchetto e condotte di collegamento -Lotto 1 (Centrale Tronchetto), per il primo stralcio; Lotto 2 Adduzione S. Andrea), per il primo e secondo stralcio; Lotto 3 (Adduzione Ponte Zaffi- S. Giuliano – Tronchetto) per il terzo stralcio (legislazione vigente)“.

Per il Trentino abbiamo la Provincia Autonoma di Trento a cui sono stati assegnati 58,7 Mln di cui 13,4 per le risorse idriche ma di questi neanche un centesimo per il ciclo idrico integrato ma tutti per il riordino fondiario e irrigazione.

Per la Provincia Autonoma di Bolzano, dei 50,5 Mln neanche uno è stato dedicato alla COMPONENTE 4 Tutela della risorsa idrica.

PROGETTI FVG

    PROGETTI Veneto 

    PROGETTI Trento

    PROGETTI Bolzano

 

Condividi su facebook
Condividi su linkedin

Articoli correlati

Paolo Lunardelli

Water Blogger

Ho studiato chimica per svelare i meccanismi di autoprotezione dell’ambiente. Ho imparato ad applicare le leggi della natura e della chimica per depurare le acque che utilizziamo ed inquiniamo.

Negli ultimi anni, come consulente ambientale, sono impegnato nel miglioramento dei processi depurativi mediante ottimizzazione e digitalizzazione degli impianti e delle reti idriche. Bisogna costruite impianti e reti in grado di dialogare col GIS, TLC, SCADA, dati meteo, ed elaborare i dati mediante software di Water Management System.

I più letti
le nostre guide
Categorie
Open chat
Smartwater srl
Ciao!
Quale informazione desideri?
Call Now Button